George Orwell: citazioni, libri

Anonim

Le citazioni di George Orwell sono ben note a tutti i fan del suo lavoro e al genere delle anti-utopie. Il suo romanzo di culto "1984" è ancora popolare, e molte cose ed eventi descritti in esso rimangono rilevanti oggi, decenni dopo che lo scrittore inglese di fantascienza li ha descritti.

Biografia dello scrittore

La principale unicità del suo lavoro sta nel fatto che le citazioni di George Orwell non perdono la loro attualità nel corso degli anni. L'autore stesso è nato nel 1903 in una colonia inglese in India. Suo padre era un impiegato dei servizi segreti britannici, che era incaricato di controllare lo stoccaggio e il trasporto di oppio in Cina.

Scrittore futuro della formazione iniziale ricevuto a Eastbourne. Nel 1921 si laureò all'Eton College. Ha prestato servizio in Birmania nella polizia coloniale, arrivando nel Regno Unito, interrotto da strani lavori. Ha iniziato a scrivere prosa e giornalismo.

Il suo primo notevole successo fu la storia "Pounds of Dashing a Parigi e Londra", basata su materiale autobiografico. Poi ha iniziato a pubblicare sotto lo pseudonimo di George Orwell, il suo vero nome è Eric Arthur Blair.

Partecipato alla guerra civile spagnola, tornato dal fronte come un fedele oppositore dello stalinismo, divenne un membro del Partito laburista indipendente.

Nel 1938 gli fu diagnosticata la tubercolosi. A causa della malattia dello scrittore non ha preso l'esercito durante la seconda guerra mondiale. Non riuscì a sconfiggere questa malattia, morendo a Londra nel 1950.

"Days in Burma"

Nel 1934, Orwell pubblica il suo primo romanzo. Si chiama "Days in Burma" e si basa su materiale autobiografico quando l'autore stesso ha vissuto e lavorato in questo paese.

Nella polizia coloniale della Birmania, l'eroe del nostro articolo ha prestato servizio dal 1922 al 1927. Più tardi nello stesso materiale ha scritto le storie "How I Shot a Elephant" e "Execution by Hanging". Il tempo descritto è gli ultimi giorni del colonialismo britannico in Birmania, che era governato da Delhi.

"Lunga vita al ficus!"

Nel 1936, Orwell scrisse un romanzo critico e sociale sotto il provocatorio titolo "Viva il Ficus!". In esso, gli eventi si svolgono due anni prima, il personaggio principale Gordon Comstock decide di abbandonare la solita vita media, dimentica di soldi, stato sociale.

Il simbolo della vita dell'abitante diventa il ficus, che si erge sulla finestra di ogni rispettabile famiglia. È vero, tutto deve cambiare a causa dell'aggiunta pianificata alla famiglia Comstock. Il protagonista comprende che non è così facile confrontarsi con la società, anche se si rassegnazione a questo fiore di casa ordinario.

"Fattoria degli animali"

Il racconto "Fattoria degli animali", scritto nel 1945, contiene forse la citazione più famosa di George Orwell.

Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali di altri.

Riflette il significato principale di questo lavoro, che racconta l'evoluzione degli animali che vengono espulsi dall'aia. Gli eventi si sviluppano da una libertà illimitata all'instaurarsi di una dittatura sotto il dominio del maiale Napoleone.

Nella sua storia Animal Farm, George Orwell ritrae la degenerazione e la degenerazione di programmi e principi rivoluzionari, dimostrando la transizione dall'idea utopica di uguaglianza universale al totalitarismo e alla dittatura. In realtà, questo lavoro è una parabola allegorica della rivoluzione in Russia nel 1917 e degli eventi che l'hanno seguita.

Dalle citazioni dalla fattoria degli animali di George Orwell, si può valutare quanto sia critico sugli eventi che si svolgono nell'Unione Sovietica.

Egli verrà, verrà, il mondo di grande purezza. E non ci saranno più persone, solo bestiame.

È interessante notare che la storia stessa fu scritta dalla fine del 1943 all'inizio del 1944, quando l'URSS era un alleato della Gran Bretagna nella lotta contro la Germania nazista. Il libro ha visto la luce solo nell'agosto del 45 °.

"1984"

Il romanzo più famoso di Orwell è "1984". L'ha pubblicato un anno prima della sua morte, descrivendo il mondo anti-utopico del futuro, in cui il personaggio principale lavora nel cosiddetto Ministero della Verità, vive in un mondo completamente subordinato alla disciplina del partito in ogni cosa. Il suo compito principale è quello di riscrivere la storia per la verità che è utile per il governo e le persone potenti di questo mondo in questo momento.

Colui che controlla il passato controlla il futuro. Colui che controlla il presente controlla il passato.

Allo stesso tempo, lui stesso non condivide gli slogan che si ripetono ad ogni passo. Alcuni di loro a prima vista sembrano spericolati e illogici, ma in realtà sono simili a molte affermazioni dei politici moderni fino ad oggi.

Ad esempio, è noto che tutti sono guidati dai principi:

La guerra è pace. La libertà è schiavitù. L'ignoranza è potere.

Winston Smith inizia a tenere un diario, cercando di sistemare i propri pensieri. Dopo tutto, le persone devono fingere di essere un sostenitore degli ideali del partito. Un giorno incontra una collega, Julia, che confessa il suo amore. Smith è consapevole di averlo seguito, ma non è in grado di superare la tentazione. Iniziano a incontrarsi regolarmente e persino a decidere di unirsi a una fraternità sotterranea.

La libertà è la capacità di dire che il doppio due è quattro. Se questo è permesso, allora tutto il resto segue.

Quando vengono arrestati, si scopre che per tutto questo tempo sono stati circondati da agenti di polizia segreti. Sono sottoposti a tormenti mentali e fisici, costringendoli a rinunciare a tutto, anche per amore, costringendoli ad amare sinceramente la festa e il Grande Fratello. Il romanzo è immediatamente esaurito tra virgolette. George Orwell è diventato uno dei più famosi scrittori inglesi. Molte affermazioni, come nessun'altra, riflettono la situazione che prende forma anche nella società moderna.

Articoli Interessanti

Balletto "Corsair": contenuti, autori, attori

La serie "Subito dopo la creazione del mondo": attori e ruoli

Yakusheva Ada: biografia, educazione e famiglia, carriera musicale, causa della morte

Meyer Lansky: biografia, famiglia, background e attività