Elena Sanaeva: biografia e vita personale di un'attrice sovietica (foto)

Anonim

Tra le famose attrici russe una delle più affascinanti e interessanti è Elena Sanaeva. La sua biografia è piena di eventi drammatici e vivaci sia nella vita cinematografica che personale.

Rising Star Cinema

Per la prima volta, la bellezza maestosa con le labbra sensuali e gli occhi espressivi di grandi occhi marroni apparve sullo schermo nel dramma militare di Zagid Sabitov "General Rakhimov", il ruolo successivo fu l'eroina delle prime storie di Maxim Gorky nel film di Fjodor Filippov "In Russia". Nella foto di Aida Manasarova "The Main Witness", creata nel 1969 sulla base delle storie di A.P. Cechov, Elena Sanaeva ha interpretato con precisione e sottilmente il ruolo della vedova Maria Kapluntsova appassionatamente innamorata del suo vicino, che viene processato per l'omicidio di suo marito. L'attrice alle prove cinematografiche ha confermato il suo diritto a questo ruolo in modo così convincente che ha immediatamente respinto tutti gli altri contendenti. Ed è successo a causa del saggio consiglio del padre.

Memoria dell'infanzia

Non è un segreto che l'attrice Elena Sanaeva sia figlia del famoso attore sovietico Vsevolod Vasilyevich Sanayev. Era nata in guerra nel 1943, era molto malata e spesso, ma i suoi genitori erano pronti a dare la vita per lasciare l'unica figlia dopo la morte di suo fratello Alyosha di due anni. Il bambino è morto nell'evacuazione della difterite, complicata dal morbillo, lasciando per sempre una profonda ferita emotiva nel cuore di sua madre - Lydia Antonovna. Il pubblico ha appreso delle difficili e drammatiche relazioni nella famiglia Sanaev dalla storia "Seppellisci dietro un basamento" scritta dal figlio dell'attrice, Pavel. Elena Sanaeva ha condiviso alcuni dei suoi ricordi dell'infanzia e della giovinezza in un'intervista. Raccontò di come si ammalò di ittero all'età di cinque anni, il che era molto difficile da sopportare in quegli anni, e sua madre trattò disinteressatamente la figlia, portò le mani all'aria aperta e alla fine decise di battezzare la ragazza. La cerimonia si svolse a casa, sopra il bacino, con una croce di rame sul collo pallido di Lena. Dopo di ciò, andò a riparare.

I ricordi dell'attrice sulla madre e sul padre sono pieni di gratitudine e calore. Forse in quegli anni difficili Elena Sanaeva ha imparato la compassione, la pazienza, la capacità di aiutare e sostenere una persona. L'attrice ricorda come una madre nel 1952, raccontando una battuta nella cucina comune, fosse minacciata di denuncia e si ammalasse di una "mania di persecuzione". Poi la donna ha sofferto di una depressione per tutta la sua vita, che, moltiplicata dalla natura prepotente e dalla brama di sogni insoddisfatti, ha trasformato Lydia Antonovna in un tiranno domestico e provocato liti con persone vicine.

debutti

Quando Lena è cresciuta, è entrata in GITIS. E qui il padre era molto favorevole a sua figlia nella sua audacia creativa. Le disse più di una volta: "Noi, i Sanai, siamo persone di talento. Credi in te stesso e la possibilità arriverà - e sarai pronto per questo. " Dopo l'istituto, la ragazza ha iniziato a recitare nell'attore cinematografico dello studio teatrale di Mosca.

La ventiseienne Elena fu notata da Vasily Shukshin. Nel suo film "Strange People", il duetto di attori ha recitato brillantemente e con talento, dove anche Elena Sanaeva e Vsevolod Vasilyevich Sanaev hanno interpretato una figlia e un padre. E poi la famiglia stella apparve in un altro nastro di Shukshin - "Stove-bench". Elena ha spesso ruoli secondari, ma ha mostrato un temperamento così creativo in loro che i registi hanno sempre visto e notato una ragazza straordinaria. Tuttavia, l'elogio dell'attrice Elena Sanaeva, la cui biografia nel cinema ha cominciato a risplendere di nuove sfaccettature dopo l'incontro con Rolan Bykov, per ora non è stata viziata.

Romanticismo d'ufficio

Il fatidico incontro ebbe luogo nel 1973, sul set del film "Docker". Rolan Bykov era insoddisfatto dell'arresto del lavoro a causa del fatto che qualche attrice Sanaeva, vedi, ha paura di volare su un aereo e di viaggiare in treno. Quando Rolan Antonovich vide uno straniero capriccioso, di cui sapeva solo che lei era "figlia del padre", immediatamente "cadde" nei suoi occhi senza fondo. Nel film, hanno dovuto interpretare gli amanti. Dopo un bacio troppo autentico, le labbra di Elena si arrossarono. Bykov aveva allora 43 anni, si era appena separato dalla sua prima moglie, l'attrice Lydia Knyazeva. Elena aveva tredici anni di meno e sembrava anche dieci anni più giovane. Esteriormente, anche loro non si incontrano: è alta, magra, è bassa e tarchiata. "Non montare!" - ha determinato le possibilità del padre della coppia dell'attrice. Tuttavia, il desiderio interiore reciproco, l'energia di attrazione che si è creata tra queste due persone, li ha legati non solo in modo creativo, ma anche in un'unione di vita. Un anno dopo, Bykov, inginocchiato al ristorante di Tallinn (in Estonia, stava girando il film "Car, Violin and Dog Blot") fece un suggerimento al suo amante.

Fatti personali

Il primo marito di Elena Sanaeva, l'ingegnere Vladimir Konuzin, che l'attrice ricorda sempre con rispetto, ha presentato il figlio - Pavel. I genitori di Vladimir erano contrari a sposare un'attrice, i coniugi non vivevano insieme da molto tempo - i loro punti di vista e le loro abitudini erano molto diversi. Quando Rolan Bykov divenne il prescelto di Lena, per qualche motivo i suoi genitori cominciarono a lamentarsi. Il soprannome di "sanguisuga nana" che Lydia Antonovna ha assegnato a suo genero non è solo un'immagine artistica di un libro scritto dal figlio di Elena Sanaeva. La relazione non andò bene per molto tempo, finché il carattere forte e deciso di Rolan Antonovich non riuscì a reindirizzare la situazione a un corso pacifico. Grazie a Rolan Bykov, la suocera visse ancora per tre mesi e finalmente si riconciliò con sua figlia. Le conversazioni intime con il genero illuminarono l'ultimo anno di vita e Vsevolod Sanayev, che lasciò la moglie pochi mesi dopo la sua morte.

I migliori ruoli

Dopo il matrimonio, gli sposi hanno avuto la fortuna di interpretare un paio di furbi truffatori nel film di Leonid Nechaev "Le avventure di Buratino". All'inizio, a Bykov non piaceva l'idea, ma Elena, che era sensibile al successo della recitazione, disse che non stavano abbandonando questi ruoli. Il duetto della volpe Alisa e il gatto Basilio si sono rivelati incantevolmente luminosi. Elena si è improvvisamente rivelata un'attrice acutamente personaggio. I nuovi ruoli che hanno seguito questo nastro sono stati spesso divertenti e memorabili. Sanaeva ha recitato nei film di Rolan Bykov. C'erano anche voci a Mosca sul fatto che la giovane attrice fosse lusingata da questo matrimonio per la sua carriera. Certo, era una sciocchezza. Soprattutto i ruoli "per lei" che il talentuoso regista Bykov non ha mai fatto, non si adattava al suo destino cinematografico. Si poteva solo sognare relazioni così teneri e creativamente ricche come avevano fatto Bykov e Sanaeva. Nella vita l'uno per l'altro, erano supporto e gioia. Elena ha dato a suo marito una magnifica combinazione di forza di carattere, gentilezza, emotività ed equilibrio emotivo. Le ha dato un sostegno affidabile, molti momenti luminosi di creatività, generosità sincera con cui ha altruisticamente aiutato molte persone confuse, condiviso con lei il genio di un regalo raro per capire i bambini e sentirsi responsabile per il futuro.

Libro di narrativa

La storia "Seppellimi dietro un basamento" incantò Rolan Bykov. Era esattamente la combinazione di sincerità e abilità artistica che il famoso regista e attore volevano vedere nello scrittore. Le piccole sofferenze e sofferenze che la piccola Sasha Savelyev sperimenta (un prototipo dell'autore, Pavel Sanayev) sono intrecciate nell'intrigo dei rapporti con sua madre, a cui sua nonna non ha permesso a suo nipote per molto tempo, e con il suo patrigno, che all'inizio il ragazzo aveva terribilmente paura e gelosia. Quando, su insistenza di Rolan Antonovich, Pasha fu finalmente portato via da sua nonna e suo nonno, una nuova band iniziò nella sua vita. "Il ragazzo neurastenico complesso" non ha, nelle sue parole, in gran parte dovuto alla saggezza del suo patrigno. È riuscito a migliorare i rapporti con il ragazzo e infondere in lui un gusto per il lavoro creativo.

La vita senza Rolan

L'anno 1996 fu segnato da una terribile diagnosi, fatta da Rolan Bykov. I medici hanno scoperto che aveva un cancro nei polmoni e ha avuto un'operazione. Ma due anni dopo, Bykov era di nuovo in un letto d'ospedale e sapeva che non poteva sopravvivere. Nell'ottobre 1998, è morto. È difficile immaginare come Elena Sanaeva sia sopravvissuta alla tragedia. La biografia dell'artista onorato è cambiata per sempre con la partenza di un caro amico e ansiosamente amato. Ma questo test non ha infranto la donna. Fino al suo ultimo respiro, Rolan sopportò coraggiosamente il dolore, e Helen fece tutto ciò che era concepibile e impensabile per rimandare una terribile fine. E poi lei, dopo aver raccolto le forze, iniziò a continuare il lavoro che il coniuge non aveva finito. Ho rilevato i suoi archivi, ho continuato a lavorare sui materiali per il film documentario "Il vangelo dello Skomorokh", che Rolan Antonovich non ha avuto il tempo di realizzare. Gli spettatori televisivi hanno visto due nastri documentari, che Elena Vsevolodovna Sanaeva ha girato come regista: "La questione della mia vita" sul fotografo Yury Rost e "È difficile essere tedesco" sul regista Alexey tedesco.

Regalo teatrale

Nel 2007, Elena Sanaeva ha recitato nel film di suo figlio Pavel "Kilometre Zero", l'attrice ha sostenuto il premio del film "Constellation" per questo ruolo episodico svolto in modo eccellente.

Poi c'erano altri ruoli cinematografici, ma la cosa più interessante è che l'attrice è tornata sul palcoscenico teatrale, da cui ha iniziato la sua biografia creativa. Qui suona nelle commedie dei più talentuosi drammaturghi moderni: Lyudmila Ulitskaya, Dmitry Bykov, Evgeny Grishkovets.

Joseph Raichelgauz, direttore del teatro "Scuola del teatro moderno", dove lavora l'attrice, parla di lei come una persona molto importante, per la quale, quando sale sul palco, il testo non è più importante. È estremamente interessante di per sé: come tiene, pensa, parla. I colleghi sentono un'aura speciale di calore e talento intorno a lei, e anche la costante presenza invisibile di Rolan Bykov, lo spirito della sua era. Il dono di vivere in due tempi è ciò che possiede la magnifica attrice Elena Sanaeva. Le foto dei suoi primi ruoli e illustrazioni di opere moderne si ispirano alla speciale carica di eccitazione artistica che questa donna forte, saggia e bella ha.

Articoli Interessanti

Balletto "Corsair": contenuti, autori, attori

La serie "Subito dopo la creazione del mondo": attori e ruoli

Yakusheva Ada: biografia, educazione e famiglia, carriera musicale, causa della morte

Meyer Lansky: biografia, famiglia, background e attività