Lyrics Feta. Caratteristiche della poesia e testi filosofici Fet

Anonim

Il 23 novembre 1820 nel villaggio di Novoselki, vicino a Mtsensk, nella famiglia di Carolina Charlotte Fet e Afanasy Neofitovich Shenshin nacque il grande poeta russo Afanasy Afanasyevich Fet. I suoi genitori erano sposati senza un rito ortodosso all'estero (la madre del poeta era un luterano), per cui il matrimonio legalizzato in Germania fu invalidato in Russia.

Privazione di un titolo nobiliare

Più tardi, quando la cerimonia nuziale ebbe luogo secondo il rito ortodosso, Afanasy Afanasyevich viveva già sotto il nome di sua madre - Fet, considerata la figlia illegittima. Il ragazzo è stato privato, tranne il cognome di suo padre, e il titolo nobiliare, la cittadinanza russa e i diritti di successione. Per il giovane uomo per molti anni, l'obiettivo della vita più importante era riguadagnare il cognome Shenshin e tutti i diritti ad esso associati. Solo nella sua vecchiaia, fu in grado di ottenere ciò restituendo la sua nobiltà ereditaria.

formazione

Il futuro poeta entrò nel collegio del professor Pogodin a Mosca nel 1838 e nell'agosto dello stesso anno fu iscritto al dipartimento di lettere dell'Università di Mosca. Nella famiglia del suo compagno di classe e amico Apollo Grigoriev, trascorse i suoi anni da studente. L'amicizia dei giovani ha contribuito alla formazione dei loro ideali comuni e delle loro opinioni sull'arte.

I primi campioni della penna

Afanasy Afanasyevich inizia a comporre poesie e nel 1840 è stata pubblicata una raccolta poetica a sue spese intitolata Lyrical Pantheon. In queste poesie, gli echi di Yevgeny Baratynsky, Vasily Zhukovsky e le opere poetiche di Ivan Kozlov sono state chiaramente ascoltate. Dal 1842, Afanasy Afanasyevich pubblicò costantemente sulla rivista "Notes of the Fatherland". Già nel 1843, Vissarion Grigorievich Belinsky scrisse che tra tutti i poeti che vivono a Mosca, Fet è "tutto talento", e le poesie di questo autore sono alla pari con le opere di Mikhail Yuryevich Lermontov.

La necessità di una carriera militare

Fet cercò di dedicarsi all'attività letteraria con tutto il cuore, ma l'instabilità della situazione materiale e sociale costrinse il poeta a cambiare il suo destino. Afanasy Afanasyevich nel 1845 entra in un sottufficiale in uno dei reggimenti situati nella provincia di Kherson, al fine di ottenere la nobiltà ereditaria (il cui diritto era conferito dal grado di ufficiale superiore). Tagliato fuori dall'ambiente letterario e dalla vita metropolitana, quasi smette di essere stampato, anche perché, a seguito di un calo della domanda di poesia, le riviste non mostrano alcun interesse per le sue poesie.

Il tragico evento nella vita personale di Feta

Negli anni di Kherson, accadde il tragico evento che predeterminò la vita personale del poeta: il suo amato morì in un incendio - Maria Lazich, una ragazza senza moglie che non osò sposare a causa della sua povertà. Dopo il rifiuto di Fet, le è accaduto uno strano incidente: un vestito ha preso fuoco su Maria, è corsa nel giardino, ma non ha sopportato di stendere i panni e ha soffocato nel fumo. In questo si potrebbe sospettare il tentativo della ragazza di suicidarsi, e nei versi di Fet da lungo tempo risuonano echi di questa tragedia (per esempio, il poema "When You Read Painful Lines ...", 1887).

Ammissione al reggimento L- Guardie Ulansky

Nel 1853 ci fu una brusca svolta nel destino del poeta: riuscì ad entrare nella Guardia, nel reggimento Ulansky di stanza vicino a San Pietroburgo delle Guardie di Vita. Ora Afanasy Afanasyevich ha l'opportunità di visitare la capitale, riprende le sue attività letterarie, inizia a pubblicare regolarmente poesie in Sovremennik, Russian Herald, Domestic Notes, Library for Reading. Si avvicina a Ivan Turgenev, Nikolai Nekrasov, Vasily Botkin, Alexander Druzhinin - gli editori di Sovremennik. Il nome Fet, a quel tempo già parzialmente dimenticato, riappare in recensioni, articoli, cronache di riviste e dal 1854 le sue poesie sono state stampate. Ivan Sergeevich Turgenev divenne un mentore del poeta e preparò persino una nuova edizione delle sue opere nel 1856.

Il destino del poeta negli anni 1856-1877

Fet non ha avuto fortuna nel servizio: ogni volta le regole per ottenere la nobiltà ereditaria sono state rafforzate. Nel 1856 lasciò una carriera militare e non avendo raggiunto il suo obiettivo principale. A Parigi nel 1857, Afanasy Afanasyevic sposò la figlia di un ricco mercante, Maria Petrovna Botkina, e acquisì una proprietà a Mtsensk. A quel tempo, quasi non ha scritto poesie. Come sostenitore di opinioni conservatrici, Fet percepì bruscamente l'abolizione della servitù in Russia e, a partire dal 1862, iniziò a pubblicare regolarmente saggi sull'araldo russo, che dalla posizione di proprietario terriero-proprietario terriero esponeva l'ordine post-riforma. Nel 1867-1877, ha prestato servizio come magistrato. Nel 1873, infine, Afanasy Afanasyevich riceve la nobiltà ereditaria.

Fet's Fate nel 1880

Il poeta ritorna alla letteratura solo nel 1880, dopo essersi trasferito a Mosca e diventare ricco. Nel 1881, il suo sogno a lungo accarezzato fu esaudito - la traduzione del suo amato filosofo Arthur Schopenhauer, "Pace come volontà e rappresentazione" creata da lui, uscì. Nel 1883 viene pubblicata una traduzione di tutti gli scritti del poeta Orazio, iniziata da Fet negli anni della sua carriera. Il periodo dal 1883 al 1991 comprende la pubblicazione di quattro edizioni della raccolta poetica "Luci serali".

Lyrics Feta: caratteristiche generali

La poesia di Afanasy Afanasyevich, romantica nelle sue origini, è come un collegamento tra l'opera di Vasily Zhukovsky e Alexander Blok. Ultimi poemi del poeta alla tradizione di Tyutchev. I testi principali di Feta sono amore e paesaggio.

Negli anni '50 e '60, durante la formazione di Afanasy Afanasyevich come poeta, Nekrasov ei suoi sostenitori, apologeti della poesia che elogiavano ideali sociali e civici, dominarono quasi completamente l'ambiente letterario. Pertanto, Afanasy Afanasyevich con il suo lavoro, si potrebbe dire, ha parlato un po 'fuori dal tempo. Le caratteristiche dei testi di Fet non gli hanno permesso di unirsi a Nekrasov e al suo gruppo. Dopotutto, secondo i rappresentanti della poesia civica, le poesie devono necessariamente essere d'attualità, svolgere un compito propagandistico e ideologico.

Motivi filosofici

I testi filosofici di Feta permeano tutta la sua opera, riflessa nel paesaggio e nella poesia d'amore. Sebbene Afanasy Afanasyevich fosse anche amico di molti poeti del circolo di Nekrasov, sostenne che l'arte non dovrebbe essere interessata a qualcosa di diverso dalla bellezza. Solo nell'amore, nella natura e nell'arte stessa (pittura, musica, scultura), ha trovato un'armonia duratura. Testi filosofici Feta ha cercato di arrivare il più lontano possibile dalla realtà, contemplando la bellezza che non era coinvolta nel trambusto e nell'amarezza della vita quotidiana. Ciò ha portato all'adozione negli anni '40 di Afanasy Afanasyevich della filosofia romantica e, negli anni '60, della cosiddetta teoria dell'arte pura.

L'umore prevalente nelle sue opere è l'estasi della natura, la bellezza, l'arte, i ricordi, la gioia. Queste sono le caratteristiche dei testi di Fet. Spesso il poeta ha il motivo di volare via dalla terra, seguendo il chiaro di luna o la musica incantata.

Metafore ed epiteti

Tutto ciò che appartiene alla categoria del sublime e del bello è dotato di ali, prima di tutto un sentimento d'amore e una canzone. I testi di Feta usano spesso metafore come il sogno alato, canto alato, ora alata, suono alato, alato con entusiasmo e altri.

Gli epiteti nelle sue opere descrivono solitamente non l'oggetto stesso, ma l'impressione dell'eroe lirico da ciò che vedeva. Pertanto, possono essere inspiegabili in modo logico e inaspettato. Ad esempio, un violino può ottenere la definizione di "fusione". Gli epiteti caratteristici di Feta sono "sogni morti", "discorsi fragranti", "sogni d'argento", "erbe nei singhiozzi", "azzurro vedovo" e altri.

Spesso l'immagine è disegnata con l'aiuto di associazioni visive. Il poema "Singer" - un vivido esempio. Mostra il desiderio di tradurre i sentimenti creati dalla melodia della canzone, in immagini e sensazioni specifiche, di cui sono composti i testi di Fet.

Queste poesie sono molto insolite. Così, la distanza sta squillando, e il sorriso dell'amore splende docilmente, la voce brucia e si congela, come un'aurora sul mare, per spruzzare le perle di nuovo con una forte marea. A quel tempo, la poesia russa non conosceva immagini così complesse e audaci. Sono stati istituiti molto più tardi, solo con l'avvento dei Simbolisti.

Parlando dello stile creativo di Feta, citano anche l'impressionismo, che si basa sulla fissazione diretta delle impressioni della realtà.

La natura nel lavoro del poeta

I testi del paesaggio di Feta sono la fonte della bellezza divina in perpetuo rinnovamento e diversità. Molti critici hanno affermato che la natura è descritta da questo autore come dalla finestra di una casa padronale o dal punto di vista del parco, come se fosse specificamente causa di ammirazione. Testi di paesaggi Feta è un'espressione universale della bellezza del mondo non toccata dall'uomo.

La natura per Afanasy Afanasyevich è una parte del suo "Io", uno sfondo per le sue esperienze e sentimenti, una fonte di ispirazione. I testi di Fet sembrano confondere la linea tra il mondo esterno e quello interiore. Pertanto, le proprietà umane nelle sue poesie possono essere attribuite all'oscurità, all'aria, persino al colore.

Molto spesso, la natura nei testi di Feta è un paesaggio notturno, poiché è notte, quando il trambusto quotidiano del giorno si placa, è più facile godere di una bellezza completa e indistruttibile. A quest'ora il poeta non ha intravedere il caos, incantare e spaventare Tyutchev. La maestosa armonia nascosta di giorno regna. Non il vento e l'oscurità, e le stelle e la luna escono in cima. Secondo le stelle si legge Fet "libro di fuoco" dell'eternità (poema "Tra le stelle").

I temi dei testi di Fet non si limitano alla descrizione della natura. Una sezione speciale del suo lavoro è la poesia dedicata all'amore.

Feta testi d'amore

Per un poeta, l'amore è un intero mare di sentimenti: il desiderio timido e il godimento della vicinanza spirituale e l'apoteosi della passione e la felicità di due anime. La memoria poetica di questo autore non conosceva limiti, il che gli permetteva di scrivere poesie dedicate al suo primo amore, anche sul versante dei suoi anni, come se fosse ancora impressionato dalla tanto desiderata data recente.

Molto spesso, il poeta ha descritto l'emergere di sentimenti, i momenti più illuminati, romantici e tremanti: il primo contatto delle mani, i lunghi sguardi, la prima passeggiata serale nel giardino, che ha dato origine all'intimità spirituale, la contemplazione della bellezza della natura. L'eroe lirico dice che non meno della felicità se stesso, apprezza i passi verso di lui.

Il testo di Feta e i testi d'amore costituiscono un'unità indivisibile. La percezione aggravata della natura è spesso causata da esperienze d'amore. Un vivido esempio di questo è il "sussurro, il respiro timido ... in miniatura" (1850). Il fatto che non ci siano verbi nel poema non è solo un dispositivo originale, ma anche un'intera filosofia. Non c'è azione, perché solo un momento o tutta una serie di momenti, fissi e autosufficienti, sono in realtà descritti. L'immagine dell'amato, descritta in termini di dettaglio, sembra dissolversi nella gamma generale dei sentimenti del poeta. Non c'è un ritratto integrale dell'eroina - dovrebbe essere integrata e ricreare l'immaginazione del lettore.

Amore nei testi Fet è spesso accompagnato da altri motivi. Così, nel poema "Notte splendente, la luna era piena del giardino ..." tre sentimenti sono uniti all'unisono: l'ammirazione per la musica, la notte incantevole e il canto ispirato, trasformando l'amore per il cantante. L'intera anima del poeta si dissolve nella musica e nello stesso tempo nell'anima dell'eroina cantante, che è l'incarnazione vivente di questo sentimento.

Questo poema è difficile da attribuire in modo inequivocabile ai testi d'amore o alle poesie sull'arte. Sarebbe più corretto definirlo come un inno alla bellezza, unendo la vivacità dell'esperienza, il suo fascino con profondi connotati filosofici. Tale visione del mondo si chiama estetismo.

Afanasy Afanasyevich, portato sulle ali dell'ispirazione oltre i limiti della vita terrena, si sente un sovrano, uguale agli dei, grazie alla potenza del suo genio poetico che supera le possibilità limitate dell'uomo.

conclusione

Tutta la vita e il lavoro di questo poeta è una ricerca di bellezza nell'amore, nella natura, persino nella morte. Poteva trovarla? A questa domanda si può rispondere solo chi ha veramente compreso il patrimonio creativo di questo autore: ha ascoltato la musica delle sue opere, ha visto tele paesaggistiche, sentito la bellezza delle linee poetiche e imparato a trovare armonia nel mondo circostante.

Abbiamo considerato i motivi principali dei testi di Fet, i tratti caratteristici del lavoro di questo grande scrittore. Ad esempio, come ogni poeta, Afanasy Afanasyevich scrive sul tema eterno della vita e della morte. Non ha paura della stessa morte o vita ("Poesie sulla morte"). Con la morte fisica, il poeta sperimenta solo fredda indifferenza, e l'esistenza terrena è giustificata da Afanasy Afanasyevich Fet solo dal fuoco creativo, commisurato dal suo punto di vista con "l'intero universo". Motivi antichi (ad esempio "Diana") e Christian ("Ave Maria", "Madonna") suonano in versi.

Potete trovare informazioni più dettagliate sulle opere di Fet nei libri di testo scolastici sulla letteratura russa, in cui i testi di Afanasy Afanasyevich sono discussi in dettaglio.

Articoli Interessanti

Balletto "Corsair": contenuti, autori, attori

La serie "Subito dopo la creazione del mondo": attori e ruoli

Yakusheva Ada: biografia, educazione e famiglia, carriera musicale, causa della morte

Meyer Lansky: biografia, famiglia, background e attività