Citazioni sull'inferno nel contesto delle epoche

Anonim

L'emergere dell'idea dell'inferno si riferisce al momento della nascita dei popoli primitivi della religione. Già, le tribù che praticavano l'animismo hanno l'idea che una persona che era buona (secondo le loro idee, ovviamente) sarebbe morta dopo la morte in un bel paese pieno di cibo, e chi ha fatto cattive azioni sarebbe spaventoso dopo di esso. .

Sull'inferno

A partire dall'inizio del Medioevo fino alla sua fine, il tema dell'inferno e del paradiso risuona costantemente nelle bocche delle uniche personalità che non sono soggette alle persecuzioni di questo periodo - il clero. Tutti i peccatori - e per ottenere su questa lista in quel momento era molto più facile di adesso - dopo la morte, i terribili tormenti attesi.

Un promemoria a riguardo avrebbe dovuto far tremare la parrocchia e pregare con fervore, così i sacerdoti non si sono preoccupati della minaccia. Ecco alcune citazioni sull'inferno:

Quindi, ciò che Dio disse attraverso il Suo profeta riguardo alla punizione eterna dei condannati, sarà così, sicuramente sarà: "Il verme non morirà, e il fuoco non morirà". (Is 66: 24)

Perché il più forte di queste parole sia suggellato, il Signore Dio, conoscendo i membri che seducono la persona di queste persone che qualcuno ama come suoi membri e ordinandoli di tagliare, dice: "È meglio per te entrare nella vita, piuttosto che con due mani, andare all'inferno in un fuoco inestinguibile, dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue ".

... inferno - applicato al male, che sono puniti all'inferno.

La vita nel Medio Evo era lontana dallo zucchero, quindi è del tutto possibile che le minacce allo stormo non avessero qualcosa di esotico. In un modo o nell'altro, alla fine del Medioevo, l'inferno comincia ad essere "dominato" dagli scrittori. Qui il pioniere è Dante Alighieri.

Vicino al paradiso

Il Medioevo grigio è sostituito da un magnifico Rinascimento con il suo violento sviluppo dell'arte e dell'antropocentrismo. Dante Alighieri, che ha parlato come suo precursore e ha rotto la sacra protezione dell'inferno e del paradiso, apre la strada ad artisti che per la prima volta decidono di rappresentare il paradiso. Ma lui non appare solo nelle foto. Il paradiso è ora sulla terra. E le feste lussureggianti, i bei vestiti non sono più condannati tanto quanto prima. Il potere del Papa è forte, forse come non mai, ma allo stesso tempo la sua componente religiosa persiste ostinatamente, lasciando il posto a una secolare.

Ecco le citazioni sull'inferno di questo periodo:

Voglio andare all'inferno, non in paradiso. Lì, posso godermi la compagnia di papi, re e duchi, mentre il paradiso è abitato solo da mendicanti, monaci e apostoli. Niclo Makia Velli

Come sempre, esaustivamente.

Tra l'inferno e il paradiso

Ereditando la tradizione dell'antropocentrismo, approfittando di tutti i benefici della libertà di coscienza e di religione, la cultura moderna usa le immagini di inferno e paradiso a sua discrezione. L'ultimo focolaio di tale interesse cade nel decimo anno del 21 ° secolo, quando riappare la moda per le serie di giovani sulle creature soprannaturali.

Per le dichiarazioni sull'inferno e sul paradiso, non puoi più perdere la testa, che i creatori di varie fuoriuscite usano attivamente. Questi concetti sono entrati nella vita di una persona come immagini di massa e non rinunceranno alle loro posizioni.

Non potendo realmente seguire i principi del MacIvialismo (non tutti hanno il loro stato personale), molti adolescenti continuano a seguirli almeno con le loro stesse parole. All'inferno, entrambi i ragazzi sono più sexy e le ragazze sono più carine.

Meglio di tutto, forse, questa citazione sull'inferno e il paradiso descriveranno la situazione attuale:

Le brave ragazze vanno in paradiso, e cattive - ovunque vogliono. Erhard Ute

Articoli Interessanti

Filmografia selezionata Onzhanyu Ellis

Natalia Korosteleva: biografia e creatività

Puzzle a specchio: citazioni sullo specchio, sui riflessi e sui misteri degli specchi

Alexey Litvinenko: biografia, filmografia, vita personale