Il film "12 anni di schiavitù", 2013. Attori, trama, fatti interessanti

Anonim

L'uscita del dramma storico di Steve McQueen "12 Years of Slavery" nel 2013 è stato uno degli eventi più significativi per la popolazione nera d'America. L'immagine è una versione cinematografica dell'autobiografia con lo stesso nome del cittadino americano Solomon Northop. Nelle sue memorie, ha descritto un periodo molto difficile e ingiusto della sua vita.

Molti attori del film "12 anni di schiavitù" nel 2013 sono stati nominati per un Oscar. Il premio è andato all'attrice nera Lupitae Nyong'o "Per il miglior ruolo femminile", così come a John Ridley "Per il miglior script adattato". Il nastro stesso ha ricevuto anche un premio per il miglior film.

La trama del film "12 anni di schiavitù"

Il film inizia nel 1941, quando il personaggio principale arriva con la sua famiglia a Washington per esibirsi in tournée. Dopo il concerto, festeggia con gli amici e si sveglia la mattina dopo, incatenato. Si scopre che i suoi compagni lo scambiano per sbaglio per uno schiavo fuggiasco e, dopo aver bevuto, consegnato ai loro padroni a New Orleans.

Da questo momento per Salomone iniziano i terribili 12 anni di sofferenza. È costretto a rispondere al nome di qualcun altro e lavora instancabilmente alla piantagione. Il primo proprietario tratta lo schiavo amichevole e gli dà persino un violino, notando il suo talento musicale. Tuttavia, a causa di una lite con il falegname Tibbits, a causa della quale Solomon quasi morì quando cercò di linciarlo su un albero, dovette lasciare la piantagione. Per salvare la vita di uno schiavo, il proprietario è costretto a vendere il suo tiranno Edwin Epps, interpretato dal talentuoso Michael Fassbender. Da questo momento in poi, la vita di Salomone si trasforma in un vero inferno.

Essendo in schiavitù con Epps, il personaggio principale non rinuncia ai tentativi di tornare a casa: scrive persino una lettera ai suoi amici, che non è mai riuscito a inviare. Lì incontra lo schiavo Patsy, che è terribilmente geloso della moglie del piantatore. Nel frattempo, Epps periodicamente stupra Patsy, e lei, incapace di continuare una vita simile, chiede a Solomon di ucciderla, ma riceve un rifiuto. Un'altra nuova conoscenza è l'operaio Bass, che esprime il suo disprezzo per il sistema di proprietà degli schiavi e prende parte all'opposizione. Nella sua faccia, Solomon trova un'anima gemella e gli chiede di scrivere una lettera ai suoi amici.

Un giorno, per felice coincidenza, uno sceriffo locale guarda la piantagione. Parla con Solomon della sua vita passata. Nella persona presente in questo momento è vicino, l'eroe riconosce una vecchia conoscenza. Questa situazione sta risparmiando per lui. Salomone ritorna alla famiglia.

Attori del film "12 anni di schiavitù", 2013

Il cast del film è pieno di famose personalità di talento. Il ruolo del protagonista è andato a Chivetela Ejiofor, che ha perfettamente affrontato il suo compito. Il primo proprietario di Salomone, il misericordioso piantatore William Ford, suona un meraviglioso Benedict Cumberbatch, noto agli spettatori della serie TV "Sherlock". Michael Fassbender, noto per aver interpretato brillantemente i ruoli di Macbeth e Steve Jobs, ha interpretato il ruolo del crudele Edwin Epps.

Nel ruolo di sua moglie fatta da Sarah Paulson, che divenne popolare grazie alla serie televisiva "American horror story". L'attrice keniana Lupita Nyong'o ha vinto un Oscar per il suo ruolo. Il duro lavoratore canadese Bass ha interpretato Brad Pitt.

Recensioni

Difficilmente è possibile trovare una persona che rimarrebbe indifferente a questo film. I critici e gli spettatori ordinari dicono all'unanimità che questo è un capolavoro. In gran parte grazie agli attori di talento, il film "12 Years of Slavery" del 2013 trasmette chiaramente l'atmosfera dell'America dal tempo del sistema schiavistico. Questa caratteristica del film è anche indicata nei commenti ad essa.

Studiando varie fonti, è difficile trovare recensioni negative su questo film. Dopotutto, l'argomento toccato è davvero il dolore di qualcuno e riflette gli eventi reali.

Fatti interessanti

  1. Le riprese si sono svolte nei pressi del luogo in cui il vero Solomon Northup è stato tenuto in schiavitù.

  2. Le riprese sono durate poco più di un mese.

  3. Gli attori del film "12 Years of Slavery" del 2013, Taram Killam e Brad Pitt, non sono mai passati sul set, anche se Taram ha spesso parodiato Brad in un popolare show televisivo americano.

  4. La nonna e il nonno del regista erano discendenti di schiavi.

  5. Nella terza stagione della serie televisiva American Horror Story, Quinnie, la strega, fa forzatamente la testa tagliata del crudele proprietario degli schiavi Madame LaLaurie a guardare "12 anni di schiavitù" in TV.

  6. Durante le riprese della scena di Patsy, Michael Fassbender è stato così emotivamente schiacciato da perdere conoscenza.

Il 28 agosto 1963, l'attivista per i diritti civili Martin Luther King fece un discorso in cui invitava le persone a riconoscere che erano tutti uguali, indipendentemente dal colore della pelle. In una certa misura, il film "12 Years of Slavery" può essere considerato un'espressione artistica di questo discorso.

Il film, come le memorie di Solomon Northop, divenne una vera confessione e un'ode della perseveranza umana e della forza di volontà. Una volta al limite della disperazione, il protagonista trova la forza per combattere e alla fine trova la sua libertà perduta.

Articoli Interessanti

Filmografia selezionata Onzhanyu Ellis

Natalia Korosteleva: biografia e creatività

Puzzle a specchio: citazioni sullo specchio, sui riflessi e sui misteri degli specchi

Alexey Litvinenko: biografia, filmografia, vita personale