Eugene Charushin: biografia, opere, immagini, foto

Anonim

Creatività Eugene Charushin, umano, gentile, piace a diverse generazioni di giovani lettori, insegna ai bambini ad amare il magico mondo degli uccelli e degli animali.

Charushin Evgeny Ivanovich, la cui biografia è presentata in questo articolo, è un artista grafico e uno scrittore. Gli anni della sua vita - 1901-1965. Il 29 ottobre 1901, Yevgeny Charushin nacque a Vyatka. La sua foto è presentata sotto.

Il padre di Evgeny Ivanovich - Charushin Ivan Apollonovich - l'architetto provinciale, uno dei migliori architetti degli Urali. Più di 300 edifici a Izhevsk, Sarapul, Vyatka sono stati costruiti secondo i suoi progetti. Come ogni architetto, era un buon disegnatore. La famiglia di Ivan Apollonovich visse molto amichevolmente. Artisti e musicisti si radunavano spesso in casa. I genitori dell'infanzia sono istillati nel figlio dell'amore per la natura.

Il libro preferito di Charushin

La lettura preferita di Eugene erano libri sui nostri fratelli minori. "La vita degli animali" A. E. Breema era per lui il più caro e amato. Era la sua spiaggia e rilegge per tutta la vita. Nel fatto che l'artista di inizio raffigurava sempre più uccelli e animali, c'è una parte significativa dell'influenza di Brem. Charushin iniziò presto a disegnare. L'aspirante artista è andato a un laboratorio di peluche, che si trovava nelle vicinanze, o ha guardato gli animali a casa.

"Sopohud"

All'età di 14 anni insieme ai suoi compagni organizzò l'Unione di artisti e poeti Sopokhud. Eugenio fin da giovane voleva catturare ciò che vedeva per preservare il mondo in rapida evoluzione. E il disegno è venuto in soccorso. Evgenij Ivanovic ha detto che l'artista è nato in lui prima dello scrittore. Poco dopo sono arrivate le parole giuste.

Lavora nel Dipartimento politico della sede, studia presso l'Accademia delle Arti

Nel 1918, Eugene Charushin si diplomò al liceo di Vyatka. Ha studiato lì con Yury Vasnetsov. Poi Evgeny Ivanovich fu arruolato nell'esercito. Qui hanno deciso di usarlo "per specialità" - sono stati nominati assistant designer presso il Dipartimento Politico della sede centrale. Dopo aver scontato 4 anni, quasi l'intera guerra civile, Evgenij Ivanovič tornò a casa solo nel 1922.

Decise di imparare dall'artista. In inverno, studiò nei laboratori del Vyatka Gubvoenkomat, e nello stesso anno, in autunno, entrò nell'Istituto Superiore di Arte e Tecnica (Accademia di Belle Arti di Pietrogrado), presso la Facoltà di Pittura. Evgeniy Charushin ha lavorato qui per cinque anni, dal 1922 al 1927. I suoi insegnanti erano A. Karayev, M. Matyushin, A. Savinov, A. Rylov. Tuttavia, come ricordò in seguito Yevgeny Ivanovic, questi furono per lui gli anni più infruttuosi. A Charushin non interessava la ricerca di una nuova parola in pittura, così come il disegno accademico. Era molto più piacevole andare al mercato degli uccelli o allo zoo. Il giovane artista in quel momento amava vestire alla moda. Secondo i ricordi di Valentin Kurdov, il suo amico intimo, ha camminato in calze colorate e golf, indossava un cappello pyzhikovuyu e una breve pelliccia multicolore di pelo di cane.

Viaggiare, lavorare nella casa editrice statale di Leningrado

Usando il consiglio di V. Bianki, nel 1924, Eugene Charushin andò ad Altai in un emozionante viaggio con Valentin Kurdov e Nikolai Kostrov.

Nel 1926 Charushin andò a lavorare alla casa editrice statale di Leningrado, il dipartimento per i bambini, che era diretto da Vladimir Lebedev, un famoso artista. Gli artisti di quegli anni furono incaricati di creare libri fondamentalmente nuovi per i giovani dell'Unione Sovietica, altamente artistici, ma allo stesso tempo informativi e informativi. A Lebedev piacevano gli animali dipinti di Charushin, e cominciò a sostenerlo in ogni modo possibile nei suoi interessi creativi.

Collaborazione su riviste, prime illustrazioni di libri

Evgenij Ivanovic in quel momento (dal 1924) aveva già lavorato a Murzilka, una rivista per bambini. Poco dopo iniziò a lavorare ad Ezhe (dal 1928 al 1935) ea Chizhe (dal 1930 al 1941). Nel 1928, Eugene Charushin ricevette il suo primo ordine dalla casa editrice statale di Leningrado - per decorare la storia "Murzuk" di V. V. Bianki. Il primo libro con i suoi disegni ha attirato l'attenzione sia dei giovani lettori sia degli intenditori della grafica dei libri. La sua illustrazione è stata acquisita dalla stessa State Tretyakov Gallery.

Nel 1929 Charushin illustrò molti altri libri: "Uccelli liberi", "Animali selvaggi", "Come un orso divenne un grande orso". In questi lavori, l'eccezionale abilità di Eugenia Charushin nel trasferimento delle abitudini degli animali si manifestò pienamente. Orsacchiotto orfano seduto su un ramo; corvo affollato, che stava per beccare un osso; cinghiali che vagano con i bambini ... Tutto questo e molto altro è disegnato in modo espressivo, brillante, ma allo stesso tempo sinteticamente e concisamente. L'artista, creando l'immagine dell'animale, è stato in grado di evidenziare le caratteristiche più importanti e caratteristiche.

Le prime storie di Eugene Charushin

Molte illustrazioni hanno fatto Charushin Evgeny Ivanovich. Le opere di Bianca, così come S. Ya. Marshak, M. M. Prishvin e altri famosi scrittori con i suoi disegni attirarono molti lettori. Allo stesso tempo, su insistenza di Marshak, si sforzò di comporre storie di bambini piccoli sulla vita degli animali. La sua prima storia apparve nel 1930 ("Schur"). Già in questo lavoro si manifestava non solo un'eccellente conoscenza dei personaggi di vari animali, ma anche un senso dell'umorismo. In tutte le altre storie, Evgeny Ivanovich percepisce anche un sorriso malizioso, a volte dolce, a volte un po 'ironico, poi gentile e indulgente. Charushin Evgeny Ivanovich - illustratore e scrittore, che ha cercato di capire gli animali, le loro espressioni facciali e movimenti. L'esperienza accumulata lo ha aiutato a trasmetterlo con parole e illustrazioni. Nel fatto che Evgenij Ivanovich abbia creato, non c'è finzione - gli animali fanno sempre ciò che è caratteristico di loro.

Nuovi libri Charushin e illustrazioni per loro

Charushin Evgeny Ivanovich, i cui dipinti erano molto noti a quel tempo, iniziò ad illustrare i suoi scritti ora: "Different Animals" (1930), "Wolfishko and Others", "Nikitka and His Friends", "About Tomka", "About grandi e piccoli ", " La mia prima zoologia ", " Vaska ", " Cuccioli di orso ", " Circa la gazza ", ecc. Tuttavia, questo risultò essere il più difficile perché, per ammissione di Yevgeny Ivanovic, era molto più facile per lui illustrare i testi di altre persone proprio. Negli anni '30, Charushin fu riconosciuto come uno dei migliori artisti specializzati in libri per bambini. A quel tempo, il suo design aveva già preso forma in una direzione separata nell'arte. M. Gorky ha detto molto calorosamente delle storie di Charushin. Lavorando nella tecnica del disegno a colori o monocromatico ad acquerello, Yevgeny Ivanovich ha ricreato l'intero ambiente paesaggistico con una luce dinamica. I suoi racconti sugli animali sono eleganti e lessicamente semplici.

Ulteriori informazioni su Charushin

Con grande rispetto, Charushin trattava i suoi lettori. Era contento che gli animali che dipingeva non fossero apprezzati da editori e critici, ma dai bambini. Considerando i libri di Charushin, possiamo tranquillamente affermare che sia le illustrazioni che i testi stessi riflettono il mondo interno integrale e unificato del loro creatore. Disegni e storie sono informativi, concisi, rigorosi e comprensibili per chiunque, persino per un bambino piccolo. Nella collezione "Chicks" (1930), composta da racconti su gufi, korostelyaty, punteggiati, Yevgeny Charushin evidenzia abilmente le caratteristiche più orecchiabili e memorabili dei personaggi.

Charushin conosceva molto bene le abitudini degli animali. Nelle illustrazioni, le ha ritratte con carattere straordinario e precisione. Ciascuno dei suoi disegni è individuale, in ciascuno di essi il personaggio è rappresentato con il suo carattere speciale, che corrisponde a una situazione particolare. Charushin ha risolto responsabilmente questo problema. Ha detto che se non c'è immagine, non c'è niente da rappresentare. Le bestie Charushin sono emozionanti, toccanti. Lo sfondo e il mezzo sono appena delineati nei suoi primi libri. La cosa principale è mostrare l'animale in primo piano, non solo creando un'immagine artistica, ma anche ritragando l'eroe nel modo più fedele possibile. Evgenij Ivanovic non amava gli animali che erano malamente disegnati dal punto di vista della biologia. Credeva anche che i disegni nel libro per bambini dovessero essere respiratori, vivi. A Evgenij Charushin non piaceva Ivan Bilibin, credendo che fosse impegnato non nella pittura, ma nel dipingere i contorni morti e freddi.

Dall'insieme delle trame c'è una pittoresca immagine degli animali di Charushin, che sono sapientemente trasportati i capelli dell'animale, le penne degli uccelli. Era più comodo creare disegni pittoreschi e complessi nella tecnica della litografia. Più spesso, l'artista ha usato colori pastello naturali. Non riconobbe le regole e le leggi litografiche, guidando temperamentalmente una matita, grattando una pietra litografica con un rasoio e un ago. Molte volte, Evgenij Ivanovič poteva incollare le parti che non erano state ottenute nel disegno o lucidare su di esse con calce.

Circa 20 libri furono creati nel periodo prebellico da Eugene Charushin. La sua biografia è stata segnata dall'apparizione dei seguenti lavori: 1930 - "Pulcini"; nel 1931 - "Wolf and others", "Chicken City", "Round-up", "Jungle - un paradiso per gli uccelli"; nel 1935 - "Animali di paesi caldi". Allo stesso tempo, ha continuato a illustrare autori come S. Ya. Marshak, V. V. Bianki, M. M. Prishvin, A. I. Vvedensky.

Anni di guerra

Durante la guerra, Charushin fu evacuato da Leningrado a Kirov (Vyatka), a casa. Qui ha creato dipinti su temi partigiani, poster dipinti, progettato spettacoli, dipinto le pareti della scuola materna e il foyer della casa di scolari e pionieri, ha insegnato ai bambini a disegnare.

Charushin Evgeny Ivanovich: una breve biografia degli anni del dopoguerra

L'artista nel 1945 tornò a Leningrado. Oltre a lavorare sui libri, ha iniziato a creare una serie di stampe che raffigurano animali. Charushin si interessò alla scultura prima della guerra. Dipingeva set da tè e poi, in tempo di pace, creava statuette di animali di porcellana e persino interi gruppi decorativi. Ha provato un approccio diverso alla progettazione di libri per bambini. Nei disegni di Charushin, una prospettiva cominciò ad apparire, lo spazio cominciò a essere designato. Anche la tecnica è cambiata: ha iniziato a lavorare con acquerelli e tempere, ma non a grandi linee, ma lavorando attraverso dettagli molto raffinati. Nel 1945, Charushin divenne artista onorato della RSFSR.

L'ultimo libro che ha illustrato è "Children in a Cage" di Samuel Yakovlevich Marshak. Opere Charushin oggi tradotto in molte lingue dei popoli dell'ex Unione Sovietica, così come un certo numero di paesi stranieri. Le sue stampe, illustrazioni, libri, sculture in porcellana sono state esposte in mostre a Parigi, Londra, Sofia. La circolazione totale di libri di Eugene Charushin supera i 60 milioni di copie.

Il 18 febbraio 1965 a Leningrado morì Yevgeny Charushin. Fu sepolto nel cimitero teologico.

Articoli Interessanti

Balletto "Corsair": contenuti, autori, attori

La serie "Subito dopo la creazione del mondo": attori e ruoli

Yakusheva Ada: biografia, educazione e famiglia, carriera musicale, causa della morte

Meyer Lansky: biografia, famiglia, background e attività